Bacheca

Questa pagina è destinata a contenere annunci di iniziative che non si svolgono nella nostra parafarmacia, che non sono notizie legate alla parafarmacia, ma che possono comunque essere interessanti per i nostri clienti.
Se avete iniziative adatte da segnalarci, scriveteci qui.

 

Belluno Magazine 
il periodico gratuito di informazione ed attualità della Provincia di Belluno 13

Il concetto di "olismo" e benessere psico-fisico dell’uomo di dott.ssa Cristina Muratore
L’olismo (dal greco ὅλος, la totalità) è una posizione filosofica basata sull’idea che le proprietà di un sistema non possano essere spiegate esclusivamente tramite le sue componenti.

"I limiti del mio linguaggio sono i limiti del mio mondo." (Ludwig Wittgenstein)

Nel "sistema olistico" per definizione, la sommatoria funzionale delle parti è sempre maggiore/differente della somma delle prestazioni delle parti prese singolarmente. Un tipico esempio di struttura olistica è proprio l’organismo biologico, perché un essere vivente, in quanto tale, va considerato sempre come un’unità-totalità non esprimibile con l’insieme delle parti che lo costituiscono. Ma anche una macchina per assurdo, non essendo esprimibile come una sommatoria funzionale delle sue parti, potrebbe essere considerata olistica (a parte l’assenza di ciò che si definisce anima, energia vitale o altro, ovvero ciò che dà vita alle parti in modo oggettivamente diverso rispetto ad un motore o congegno elettronico!) poiché comunque assemblando a caso tutte le sue parti essa non funzionerebbe. L’olismo, esprimibile anche come non-riduzionismo, in medicina rifiuta la visione cartesiana dell’essere umano inteso come pura macchina. La scienza ufficiale invece di solito accetta questa visione meccanicista in cui gli effetti collaterali o lo spostarsi dello stato patologico da un distretto all’altro del corpo sono una diretta conseguenza logica, oltre alla scarsa qualità del rapporto umano in cui il paziente (ove non sia solo un "numero" in una corsia) non ha la minima idea di potere/dovere essere parte attiva ed informata della propria salute (ci chiediamo come sia nato il modo di dire "ma te l’ha ordinato il dottore?"!). Quindi in medicina si definisce olistico un approccio integrativo alla cura che intende indagare le cause psicologiche e spirituali dell’insorgere delle malattie, attribuendo ai sintomi che il corpo manifesta un linguaggio simbolico. Da qui si procede a terapie che attingono a un immenso insieme di metodiche che hanno in comune la totale innocuità e l’alta ambizione di guarire e non semplicemente curare, rispettando l’unità umana nelle sue molteplici dimensioni. Infatti l’uomo esiste in ogni momento come un tutto unico e per guarigione non si intende la semplice assenza di malattia ma un benessere globale di corpo, mente, società e ambiente ed anche un’evoluzione psicofisica (per alcuni anche evoluzione dell’anima, v. S. Hanemann fondatore dell’omeopatia e E. Bach ideatore della floriterapia). Già la prima norma del giuramento ippocratico, Curare senza nuocere, implicava una visione esistenziale nella quale la malattia è molto più di uno status biologico che si affronta con un farmaco, ma è piuttosto un avvenimento biografico e sociale. Esistono anche oggi numerosi autori indipendenti che possono essere ascritti a questa corrente di pensiero, i più noti dei quali sono il medico austriaco Rudiger Dahlke, la biologa canadese Claudia Rainville e il controverso ex medico tedesco Ryke Geerd Hamer. Quindi il modello olistico di essere umano si è sviluppato come sintesi di antiche tradizioni mediche e scienze moderne che comprendono naturopatia, chiropratica, fitoterapia, ayurveda, yoga, ipnosi, agopuntura, omeopatia, medicina tradizionale cinese etc. Esse possono confluire nella "medicina complementare", l’insieme di pratiche usate in congiunzione o come complemento di terapie "convenzionali" o "ufficiali" o nella medicina integrativa, che usa sia pratiche tradizionale che "alternative".

Parallelamente J. P. Sartre, ne "L’essere e il nulla" riteneva che non si può cambiare un proprio comportamento parziale se non cambiando il proprio modo di essere-nel-mondo, ossia quella scelta di mondo che ogni individuo ha fatto e in cui si identifica. Cambiare un comportamento parziale significa modificare sensibilmente la totalità organica dei progetti dell’individuo, modificare i suoi fini: significa un’altra scelta di se stesso! E’ perciò necessario superare il dualismo antropologico della scissione dell’uomo in res cogitans (mente) e res extensa (corpo), pretesto culturale decisivo per la separazione della conoscenza in scienze dello spirito e scienze della natura. Senza il superamento della dottrina della scissione del mondo in soggetto (uomo, persona) e oggetto (casa, ambiente), che riduceva l’esistenza umana a mero "individuo" privo del suo mondo, non verrebbe considerato l’essere nel mondo con i propri simili, essere con le altre esistenze. Il modello concettuale convenzionale su cosa significa esser uomo è piuttosto un intreccio o una giustapposizione di due realtà: mente e corpo. Tale modello, si rivela particolarmente disastroso per chiunque si trovi a curare l’uomo. Una tale separazione non risponde alle esigenze della natura del soggetto da curare, ma a richieste di un metodo messo in discussione dal sapere olistico, dove invece non esiste separazione ma solo armonia e ciò che caratterizza la vera e completa guarigione è esattamente il ritorno allo stato naturale di armonia nella quale l’essere umano può realizzare pienamente se stesso e i propri più alti fini.•

informazioni
La Parafarmacia Olistica ospita la presentazione del saggio italiano completamente basato su studi scientifici attualmente in corso in Italia e non canalizzazioni.
Il Libro ha anche il supporto delle Associazioni a tutela dei diritti dell'Infanzia come "Pensare Oltre" , "Giù le mani dai bambini" e "Progetto Indaco".
"Bambini di Luce Indaco" è disponibile in forma cartacea alla presentazione o in ebook su www.bambinidiluce.com
Per info rivolgersi alla Parafarmacia oppure ad Erika Pesce 3478016049

Asilo Steineriano

Siamo genitori interessati a far vivere ai bambini l'esperienza educativa di un asilo e/o "gruppo gioco" steineriano (un asilo a misura di bambino).
Abbiamo già trovato la maestra, con decennale esperienza, per cominciare con un "gruppo gioco".
Cerchiamo altri genitori assieme ai quali mandare in porto questo progetto a Belluno (a Feltre esiste già).
Se sei interessato/a contattaci al 334 5056673 (Gerardo), oppure al 347 3473241 (Mile).


 

 
 

Ayurveda Maharisji

CORSO INTRODUTTIVO ALL'AYURVEDA MAHARISHI (SCIENZA DELLA VITA)

Docente:

dott. Ior Guglielmi 
(relatore della conferenza pubblica dello scorso 17 settembre 2010 a Belluno: "la coscienza si esprime nel corpo e lo cura)

Presentazione e argomenti:

Il corso offre la conoscenza teorico/pratica dell'Ayurveda Maharishi a coloro che vogliono trarre tutti i prezioni ed efficaci vantaggi forniti da questa scienza millenaria per la prorpia salute psico-fisica. ll corso è aperto a tutti (non sono richieste conoscenze specifiche) per un numero minimo di 12 persone.

Programma:

Definizione di salute e qualità dei 3 dosha (Vata, Pitta e Kapha) programmi per lo sviluppo della coscienza la Prakriti o costituzione individuale 
dieta e sua influenza sulla malattia routine giornaliera e stagionale e malattia
regole di comportamento e malattia Panchakarma (cinque azioni) per eliminare le tossine Rasayana per promuovere la salute Architettura vedica e salute Astrologia vedica e prevenzione Salute collettiva e salute individuale. Tutti questi aspetti hanno un effetto sinergico e si rafforzano reciprocamente se considerati ed usati in modo appropriato.

Durata:

12 ore da pianificare in n. 2 giornate durante il fine settimana dal 
30 ottobre al 1° novembre 2010.

Sede:

Belluno presso struttura ricettiva che potrà ospitare anche i non 
residenti.

Costo:

€ 300,00 comprensivi del materiale didattico in dispensa.

Iscrizioni:

con mail o direttamente ai seguenti recapiti: 
dott.ssa Martin Anna Maria (insegnate di Meditazione Trascendentale) 
380 3275193 - 0439 2712 a13martin@libero.it
dott.ssa Muratore Cristina (farmacista – parafarmacia olistica)  
348 7602943 – 0437 291661 parafarmacia.olistica@gmail.com